Convitto Nazionale Cristoforo Colombo - Via Dino Bellucci, 4 – 16124 Genova - Tel. 0102512421
Email: gevc010002@istruzione.it - Codice Fiscale: 80040230106 - Codice Meccanografico: gevc010002 - PEC: gevc010002@pec.convittocolombo.gov.it

- Sintesi del Piano di miglioramento

Di seguito si riporta la sintesi delle azioni previste; per la progettazione e il monitoraggio delle stesse, si rimanda all’allegato documento complessivo.

Principali macro-aree e articolazione delle azioni previste

MACROAREA 1

Cura della relazione educativa e dell'inclusività ed equità dei contesti

LIVELLO

AZIONI

Organizzativo

Condivisione con l'utenza di risultati e percezioni in merito all'inclusività della scuola

Della Formazione

Percorso formativo esterno organizzato in rete Osservarsi in azione. Introduzione alle pratiche riflessive per la cura delle relazioni educative e la gestione dei processi di insegnamento/apprendimento

Dell'Offerta didattica

Progetto di supporto allo studio per gli studenti del liceo

UtilizzocondivisodeglistrumenticompensativiperDSA tra docenti ed educatori e relativo monitoraggio dell'efficacia

Diffusione di strumenti per la condivisione a distanza di materiali didattici

  

MACROAREA 2

Azioni di continuità e creazione del Curricolo verticale, a partire da Italiano e Matematica

LIVELLO

AZIONI

Organizzativo

Costituzione, programmazione e monitoraggio delle attività delle figure per la continuità

Costituzione, programmazione e monitoraggio delle attività dei Dipartimenti disciplinari di scuola

 

 

Prosecuzione   della   gestione    della   rete   Indicazioni Nazionali per il curricolo Più scuola, piùlingua

Della Formazione

Prosecuzione del percorso formativo gestito dal LabTD Il curricolo verticale di Matematica per competenze

Percorso formativo esterno organizzato in rete Il curricolodimatematica:sceltedidatticheperuncurricolo verticale coerente edefficace

Percorso    formativo     esterno    organizzato     in    rete

Promuovere il pensiero logico e le capacità argomentative

Dell'Offerta didattica

Avvio della progettazione di un curricolo verticale di Italiano

Realizzazioneesperimentazionediuncurricoloverticale diMatematica

Prosecuzione e proposta di progetti condivisi mirati per il potenziamento degli apprendimenti scientifici (progetto SOS Terra)

Prosecuzione e proposta di progetti condivisi mirati per il potenziamento degli apprendimenti linguistici (progetto Racconti e letture)

 

MACROAREA 3

Progettazione e valutazione per competenze

LIVELLO

AZIONI

Organizzativo

Gestione della rete Competenze, Curricolo, Certificazione

Della Formazione

Prosecuzione e diffusione degli esiti del percorso di ricerca su curricolo e competenze attivato nell’ambito del progetto Wiki-school

Percorso    formativo     esterno    organizzato     in    rete

Sviluppare e certificare competenze

Dell'Offerta didattica

Realizzazione e sperimentazione di un Unità di apprendimento per competenze e dei relativi strumenti per la valutazione e la certificazione

 

- Sintesi delle azioni previste in coerenza con il Piano Nazionale Scuola Digitale

L’Istituto aderisce all’approccio individuato dal Piano Nazionale Scuola Digitale13 (PNSD), emanato con DM 851 del 27/10/2015, che fa riferimento a un modello di digitale non tecno-centrico, anche se è evidente che gli aspetti strumentali quali le attrezzaturefunzionanti,lecondizionidiaccesso,lanecessitàdispazieambientidi apprendimento sono prerequisiti imprescindibili per le scuole e i docenti che vogliano usare latecnologia.

In ottemperanza con il PNSD, l’istituto ha un “animatore digitale” (AD) che svilupperà una progettualità su tre ambiti:

−  formazione interna del personale, tramite l’organizzazione di laboratori formativi, animando e coordinando la partecipazione di tutta la comunità scolastica alle altre attivitàformative;

−  coinvolgimento della comunità scolastica (docenti, studenti e famiglie), per la realizzazione di una cultura digitale condivisa;

−  creazione di soluzioni innovative, individuando soluzioni metodologiche e tecnologiche sostenibili da diffondere all’interno degli ambienti dellascuola, coerenti con l’analisi dei fabbisogni della scuola stessa, anche in sinergia con attività di assistenza tecnica condotta da altre figure.

 

Il Gruppo di Lavoro per l'Inclusione

In conformità con la recente normativa sull'inclusione degli allievi con Bisogni Educativi Speciali (BES), nell'Istituto si è costituito il Gruppo di Lavoro per l'Inclusione, che, coinvolgendo l'azione dei docenti incaricati di funzioni strumentali relative all'handicap, ai disturbi specifici di apprendimento, all'accoglienza degli allievi non italofoni e al disagio, coordina le azioni del Collegio dei docenti, dei Consigli di Classi e delle altre articolazioni e componenti della comunità scolastica, al fine di garantire la migliore risposta alle esigenze di ciascun discente, anche attraverso la collaborazione con Enti esterni.

La progettazione del Gruppo si esplica nella redazione del Piano annuale per l'inclusività (PAI), che prevede modalità di accoglienza, di documentazione dei bisogni e dei percorsi, di organizzazione didattica, nonché azioni di formazione specifica per il personale.

Poiché la tempistica stabilita per tale documento non è stata adeguata alla triennalizzazione del POF, di cui dovrebbe essere parte integrante, il PAI per l'a.s. 2016/17 è stato approvato e integrato in sede di revisione annuale del POF (si veda l'apposita sezione del sito).

Una menzione particolare meritano, comunque, il Progetto Così come sono e il Progetto Sportello BES, perché estesi a tutte le scuole dell'istituto, e finalizzati alla sensibilizzazione di docenti e genitori sulla corretta gestione dei disturbi specifici di apprendimento e dei bisogni educativi speciali in genere.

Per quanto concerne gli alunni di origine straniera, le Figure Strumentali BES e i Referenti stranieri delle singole scuole coordinano, in accordo con le Linee guida ministeriali, le attività connesse alle diverse esigenze e bisogni degli alunni e delle loro famiglie. L’alunno straniero viene seguito sia nella fase di accoglienza che nel suo percorso successivo, attivando se necessario interventi di alfabetizzazione o potenziamento dell’italiano per comunicare e per studiare e supportando la famiglia nei contatti con la scuola, anche con l’aiuto dei servizi di mediazione interculturale.

 

L’Istituto, inoltre, cura da anni progetti dedicati alla formazione dei docenti, alla produzione di materiale didattico, alla prospettiva interculturale e legati alla realizzazione di attività didattiche e mirate all’orientamento (si veda, in particolare, il Progetto Aree a rischio, Non uno di meno - FAMI).

Infine, si ricorda che l'istituto ha attivato il previsto progetto Scuola in ospedale, per l'attivazione tempestiva di interventi didattici, in caso di lunghe degenze o convalescenze presso il domicilio.

Altre iniziative specifiche sull'inclusione sono adottate dalle singole Scuole e descritte nella sezione specifica, nonché nell'allegata documentazione.

 

- Attività di Orientamento

A livello di istituto, si svolgono essenzialmente attività di accompagnamento e di consulenza orientativa, di supporto alla progettualità individuale, che si concretizzano, innanzi tutto con una condivisione, a livello di scuole secondarie di primo grado delle azioni informative su Open day, visite, incontri; inoltre, si sta realizzando una sinergia verticale tra i docenti della Secondaria di primo grado e quelli del Liceo, per una migliore conoscenza dell'Offerta proposta all'interno.

Altre iniziative specifiche, connesse soprattutto all'orientamento formativo e alla didattica orientante, sono integrate nella progettazione curricolare delle singole Scuole, descritte nelle sezioni specifiche e nella documentazione allegata.

 

- Interventi per l'educazione alla cittadinanza democraticae la lotta allediscriminazioni

OltreanumeroseattivitàprevistenelleprogettazionicurricolaridellesingoleScuole, documentate nell'apposita sezione, si segnalano le seguentiiniziative:

−  Adesione dell'Istituto al Codice Etico Libera

−  Progetto Democrazia di Istituto, che coinvolge le classi delle Scuole secondarie di primo grado della Succursale

 

- Iniziative di formazione rivolte agli studenti, per promuovere la conoscenza delle tecniche diprimo soccorso

Al fin di ottemperare alla previsione della legge 107/2015, art. 1, co. 10, si prevede la prosecuzione e l'estensione a tutte le scuole dell'istituto del Progetto Primo Soccorso a  Scuola. A Scuola di Primo Soccorso.

 

- Progetti di istituto per l'educazione artistica e teatrale

Per una effettiva promozione dell'educazione al patrimonio storico-artistico, l'Istituto ha proposto un progetto esteso a tutte le Scuole che prevede una collaborazione con il Fondo per l'Ambiente Italiano per la migliore conoscenza e la promozione del quartiere del Carmine: Apprendisti Ciceroni.

Allo stesso modo, al fine di valorizzare le plurime esperienze delle scuole dell'Istituto nel campo dell'educazione alla Teatralità, si è proposto il progetto verticale Il tempo sospeso.