Convitto Nazionale Cristoforo Colombo - Via Dino Bellucci, 4 – 16124 Genova - Tel. 0102512421
Email: gevc010002@istruzione.it - Codice Fiscale: 80040230106 - Codice Meccanografico: gevc010002 - PEC: gevc010002@pec.convittocolombo.gov.it

Il Collegio dei docenti, in considerazione dei bisogni della scuola (il RAV, il Piano di miglioramento, il Piano triennale, le innovazioni curricolari) e dei singoli docenti, riconosce:

−  una formazione personale, espressione di interessi e ricerche professionali individuali, che va progettata, comunicata e rendicontata alla scuola;

−  una formazione a livello di singola scuola e d’istituto, deliberata nei collegi e inserita nel Piano di formazione dell’istituto, che impegna tutti i membri della comunità professionale, anche su attività diverse, ma convergenti;

−  una formazione di secondo livello, opzionale, attraverso percorsi più impegnativi, adeguatamente incentivati se funzionali allo sviluppo della comunità professionale.

Quindi, a livello operativo, il Collegio dei docenti, per ciascuno degli anni scolastici di riferimento:

−  definirà le modalità di rendicontazione e riconoscimento delle attività di formazione individuali;

−  proporrà eventuali forme di incentivazione per percorsi formativi specialistici opzionali, ritenuti funzionali allo sviluppo della comunità professionale;

−  formulerà il Piano annuale di formazione, definendo, per ciascuna attività formativa, destinatari e modalità di impegno e facendo riferimento prioritario alle seguenti tematiche, connesse alle priorità assunte nel presente Piano:

o   cura della relazione educativa, dell'inclusività ed equità dei contesti;

o   programmazione    e    utilizzo    di    strategie    e   strumenti    per   la compensazione dei DSA;

o   didattiche disciplinari, con particolare riguardo agli ambiti linguistico, matematico-scientifico ed espressivo (artistico, musicale, corporeo);

o   didattica per competenze;

o   tecnologie dell'informazione e della comunicazione.

Per il personale ATA, la DSGA - sentito il personale interessato - predisporrà un Piano di formazione, facendo riferimento prioritario alle seguenti tematiche:

−  conoscenze connesse alle specifiche tipologie professionali interessate;

−  competenze   informatiche   di   base   e   avanzate   (in   base   alle tipologie professionali) con particolare attenzione alla dematerializzazione degli atti amministrativi;

−  abilità relazionali con particolare riguardo al rapporto con il pubblico (cosiddetto "frontoffice").